TEAM COACHING

Osserviamo tutti che molte delle difficoltà quotidiane originano dalla difficoltà nel collaborare e decidere con efficacia e fluidità in un Team di lavoro, perciò il Team Coaching è così importante ed efficace.
Sicuramente gli individui giocano un ruolo cruciale in queste dinamiche, e vanno supportati singolarmente, per migliorare la loro capacità di interagire e portare risultati insieme agli altri.
Ma il Team è molto più potente del singoloIl team di lavoro è un'entità viva, complessa, interrelata al suo interno e col sistema circostante, e come tale va vista e supportata.Se aiutiamo un Team nel suo complesso a darsi delle "regole di interazione" e a rispettarle nel quotidiano, l'impatto che quel gruppo produrrà in azienda sarà molto più grande di quello del singolo.Un Team coeso e coerente nei suoi valori e azioni non solo porta risultati prima e meglio, ma rappresenta un esempio potente per tutti gli attori del sistema, collaboratori, colleghi, altri team.
Cosa è e cosa non è un Team?Un Team è un gruppo di persone che lavorano insieme per il raggiungimento di uno scopo comune, per portare avanti un progetto o un processo aziendale. Nel far ciò le persone creano una rete di relazioni e scambi regolari: il risultato si raggiunge solo attraverso questi scambi. Un team può essere un' equipe marketing, un gruppo marketing-vendite che si ritrova tutte le settimane, un comitato di direzione, un gruppo di venditori, un team di progetto ....E' importante definire chi sono i membri che davvero appartengono al team, quelli che hanno un impatto sui risultati che il team produce, perchè il lavoro di team coaching sia efficace.
Deve essere ben chiaro che un Team non è un gruppo di colleghi che ogni tanto hanno a che fare gli uni con gli altri, ma è in gruppo di persone che prendono decisioni insieme, su base regolare.


Cosa è e cosa non è il Team Coaching?Il Team Coaching è un lavoro di supporto ad un Team nella sua interezza, team leader compreso, verso il miglioramento del proprio modo di lavorare e portare risultati.E' in fondo simile al lavoro che si farebbe con un individuo, solo che qui il team è vissuto come unico soggetto.
Il Team (spesso su sollecitazione iniziale del Leader) decide di lavorare con un Coach in un percorso che dura alcuni mesi, esattamente come succede con il coaching individuale.
In questo percorso il Team mette a fuoco cosa vuole migliorare per essere ancora più efficace, guarda con obiettività la situazione attuale e le sue fatiche, rimuove gli ostacoli, definisce un piano di azione comune, sigla un Patto sul modo desiderato di lavorare, si prende l'impegno di tenere fede a tale Patto e crea meccanismi interni di aiuto reciproco "to keep on track".E' particolarmente utile farsi osservare dal coach in qualche meeting di lavoro, per ricevere feedback ed essere "forzato" a guardarsi allo specchio, riconoscere i miglioramenti e le cose ancora da sistemare.Il Team Coaching non è consulenza, perchè il Coach non fa diagnosi né dà soluzioni preconfezionate: è il team che si guarda allo specchio e viene aiutato dal Coach a parlarsi, dirle le cose importanti, aiutarsi a lavorare meglioIl Team Coaching non è team building, perchè non si tratta di un'attività one-shot fuori dall'ambiente di lavoro: si parla di come si lavora insieme, ci si fa osservare mentre lo si fa, il percorso dura alcuni mesiIl Team Coaching non è formazione, perchè il Coach non ha un modello ideale da proporre e insegnare al team: è il team a costruire il suo piano d'azione, e il coach ovviamente potrà fare proposte, sottolineare disfunzionalità, invitare a cambiare alcune cose, ma sarà sempre il Team a prendersi la responsabilità di se stesso
LE FASI DI UN PERCORSO DI TEAM COACHINGCi sono quattro fasi fondamentali nel lavoro di Team Coaching : 1. Preparazione - 2. Punto Iniziale - 3. "Shadow" Coaching durante le riunioni di lavoro - 4. Punto Finale
FASE 1: PREPARAZIONEIl Coach inizia il suo lavoro con una fase di preparazione, in cui intervista il Team Leader, i membri del team, e a volte anche gli stakeholder più significativi.Questa fase permette di mettere a fuoco le problematiche chiave e gli obiettivi più significativi.Nella fase di preparazione vengono per praticità utilizzati dei Team assessment, per fare una "fotografia" al team, che possa essere poi discussa insieme nel Punto Iniziale.Ecco i Team Assessment più interessanti, tra cui si sceglie in funzione delle esigenze:- The 5 Disfunctions of a Team - Pat Lencioni Table Group- Systemic Team Coaching - Academy of Executive Coaches- Productivity e Positivity Assessment - Team Coaching International
The 5 Five disfunctions of a TeamThe Table Group - Pat Lencioni
Systemic Team Coaching AssessmentAcademy of Executive Coaches
Positivity & Productivity AssessmentTeam Coaching International
FASE 2: PUNTO INIZIALEIl Punto Iniziale serve a :fare una "fotografia di partenza" dare il via ad un confronto aperto e costruttivodarsi un piano di lavoroSi vede insieme il quadro emerso dal Team Assessment , e si dà inizio al dialogoSi riflette insieme sui criteri fondamentali che vanno rispettati per permettere a ciascun team member di dire "si, è bello e produttivo lavorare insieme". Tali principi chiave potrebbe essere condivisi in teoria ma disattesi nella realtà dei fatti, e il Punto Zero è proprio l'occasione per rendersene conto, per dare la parola a tutti e arrivare a concordare gli aspetti su cui è prioritario concentrarsi, tutti insieme e individualmente, per migliorare significativamente il modo di lavorare insieme e l'efficacia dei risultati.Ci si conosce meglio, si guardano con occhi puliti le dinamiche più frequenti, quelle virtuose e quelle viziose, si capiscono meglio le intenzioni dietro i comportamenti, si dà valore alla diversità. Nel Punto Iniziale i Team members vengono invitati a scegliere insieme pochi punti chiave di attenzione , e a tradurli in comportamenti concreti e osservabili, da cui si vedrà che i valori verranno effettivamente rispettati e vissuti. Si arriva a concordare le nuove "regole di team", il "Patto di Team" : il Team è di tutti, e da quel momento in poi tutti hanno il dovere e il diritto di far rispettare le regole condivise, in particolare nelle riunioni di lavoro.
FASE 3: "SHADOW" COACHING DURANTE LE RIUNIONI DI LAVOROIl Coach assiste ad alcune riunioni di lavoro del Team, osservando le interazioni e le dinamiche, facendo domande e dando feedback, rispetto al rispetto del Patto di Team, in ottica di miglioramento .Il Team Coach presta attenzione ad una serie di fattori chiave e li restituisce al team durante la riunione. Ecco cosa nota: le modalità di comunicazione, la libera espressione di tutti i ruoli intorno al tavolo, la responsabilita’ individuale, il rispetto delle regole condivise, le modalità di problem solving, la visione d’insieme la focalizzazione sulle priorità, la gestione degli stakeholder e della complessita’, la soluzione di conflitti all'interno e all'esterno del team.E' molto utile la presenza del Coach durante 4 - 6 riunioni di lavoro abituali del teamQuesta fase di accompagnamento dura mediamente 6 mesi: è il tempo che serve a un team per acquisire e consolidare nuove modalità e farle del tutto proprieIn 6 mesi non si completa il lavoro di crescita e collaborazione: quello durerà per sempre, attraverso punti di flessione e momenti di gloria. Ma quei 6 mesi servono al team per instaurare e rinforzare un nuovo approccio, un nuovo modo di interagire e dirsi le cose, che sarà la base per un lavoro di miglioramento continuo nel futuro.
FASE 4: PUNTO FINALE Alla fine di ogni percorso di coaching è utile e necessario misurare dove siamo arrivati. La maniera più obiettiva è fare una fotografia finale , rifacendo lo stesso Team Assessment compilato dai team member all'inizio del percorso.A distanza di 6 mesi ci si ritrova per un Punto Finale, dove condividere cosa si è conquistato insieme, quali sono i cambiamenti osservabili, e darsi nuovi obiettivi per il futuro.
DURATA PERCORSI DI TEAM COACHING: 6-8 MESI (Preparazione - Punto Zero - 4-6 momenti di "shadow" coaching - Punto Finale

ATTIVITA' SUPPLEMENTARI CON I SINGOLI MEMBRI DEL TEAMIn parallelo al lavoro con il Team nel suo complesso, il Coach può / deve spesso supportare i membri del Team con percorsi individuali. La figura che sicuramente ha bisogno di un confronto di coaching durante un percorso di questo tipo è il Team Leader, per il ruolo delicato e cruciale che riveste.
E' fondamentale lavorare con il Team Leader prima di dare il via ad un'attività di team coaching, perchè è la figura che dà l'impulso all'attività, su di lui/lei ricadono molte responsabilità, intorno a lui/lei gravitano molte dinamiche.Una volta partiti con l'attività di Team Coaching, il rapporto tra Coach e Team Leader sarà prezioso, per avere uno scambio continuativo su ciò che si osserva nelle riunioni e nella vita in azienda.Il Team Leader è la persona che con le sue azioni più influenza il clima, i comportamenti del gruppo, e deve sviluppare una solida consapevolezza di sè e delle dinamiche che crea, per favorire un cambiamento del gruppo nella direzione voluta.

DURATA PERCORSI COACHING 1-1 CON TEAM LEADER E/O TEAM MEMBERS : 6-8 MESI (incontri di 90' una volta al mese)
Scopri di più su Coaching Individuale o per piccoli gruppi, Skills Assessment, Leadership Workshop, Mentor CoachingScopri di più sulle Tematiche su cui il Coaching è efficace Scopri di più su Metodologia e Competenza I.C.F.Le Competenze ICF di Team Coaching
Foto: www.pexels.com