DECISIONI DIFFICILI? CHIEDI AL TUO "INTERNAL BOARD OF DIRECTORS"

www.pixabay.com - marco lachman anke
Le decisioni difficili rischiano di assorbire tanta energia e spazio mentale, facendoci girare in tondo, e lasciandoci stanchi e frustrati.
Per questo i
l Dr Laree Kiely, CEO e fondatrice del Kiely Group, ci propone un metodo molto interessante ed efficace per prendere le decisioni difficili in modo sereno e risparmiando tempo ed energia.
L'ideale è che ciascuno di noi abbia dentro di sé un personalissimo Board of Directors.
Per costruirlo prendete un foglio di carta e scrivete sei numeri da 1 a 6, uno sotto l'altroDovrete mettere accanto a ciascun numero il nome di una persona diversa, e non ci potrà essere il vostro.
Dal numero 1 al numero 3 potete scrivere i nomi di tre persone di cui avete veramente fiducia. Possono essere persone vive o morte, possono essere persone che conoscete direttamente, o di cui avete letto, personaggi storici, personaggi di un libro o di un film. Non importa che li conosciate nella vita reale : quello che conta è che siano persone di cui avete grande fiducia. Di fronte ad una decisione difficile vorrete chiedere a ciascuno di loro "Che cosa faresti tu"?
Al numero 4 scrivete il nome di qualcuno che è stato o è molto critico nei vostri confronti. Può essere anche una persona che vi vuole bene, ma è molto critica verso di voi. Non significa che non vi apprezzi, ma ha degli standard molto alti ed è in grado di farvi notare tutto quello che fate di sbagliato.
Al numero 5 mettete il nome di qualcuno che prova per voi un affetto incondizionato. Può trattarsi di vostro marito o del vostro cane o di qualunque essere vivente.
Al numero 6 scrivete infine il nome di una persona che è semplicemente molto molto “diversa” da voi (e potete definire “diverso” nella maniera che preferite)Basta che mettiate il nome di una persona veramente unica, qualcuno che è davvero speciale , qualcuno che è genuinamente inusuale, una persona che fa scelte particolari e non comuni. Potrebbe anche essere il personaggio di un libro o di un film.
Adesso avete i vostri 6 nomi: rileggeteli, prendetevi il tempo che serve fino a quando siete sicuri che la lista sia completa e corretta. Questo è il vostro Board of Directors interno. Potete portare con voi il vostro Board in ogni momento della giornata. E la prossima volta che dovrete prendere una decisione difficile, portatela all'attenzione del Board e immaginate di chiedere a ciascun membro individualmente che cosa farebbe in quella circostanza.
Uno studio condotto su questo tipo di processo decisionale ha rivelato che questo percorso conduce ad una decisione analoga a quella che le persone prenderebbero anche senza intervistare il Board of Directors, solo che lo fanno in modo molto più veloce. Nel momento in cui avete un Board of Directors interno, non avete più bisogno di consumarvi tra le alternative, o stare svegli la notte macerandovi nel dubbio. Le 6 persone avranno ciascuna il proprio punto di vista e ve lo offriranno velocemente, perché ciascuna di loro saprà esattamente che cosa farebbe in quella situazione. Il risultato delle loro opinioni vi permetterà di prendere la decisione più sana e più utile, composta da tre parti di fiducia, una parte di critica , una parte di amore e una di unicità.
È molto importante rivedere periodicamente il proprio Board of Directors. Ogni 2-3 anni riprendete la lista e verificate se è sempre attuale.Nel corso degli anni, mentre fate questo esercizio, vi accorgerete di quanto imparate su voi stessi, anche solo per i nomi che scegliete di mettere in quella lista.Come Bertrand Russell disse " Niente è così esasperante dell'indecisione, e niente è più inutile"
Se stai tribolando su qualcosa, e non riesci a decidere, porta il tema all'attenzione del tuo Board of Directors.E se anche ci fosse un tie-break tra i 6 membri, la palla decisiva ce l'hai tu. Se vuoi, a quel punto, puoi anche lanciare una monetina in aria: una qualunque decisione sarà comunque meglio di una non decisione, perché ti permetterà di imparare qualcosa di nuovo e andare avanti.

www.giuliasirtori.com The Colours of Coaching#coaching #decisionmaking #decidere #stress #sceltedifficili #internalboardofdirectors #decisioniefficaci #decisionidifficili