SFIDA DELLA FELICITA' IN 10 GIORNI #8 "FAI PACE" CON LE PERSONE NEGATIVE

pubblicato 23 dic 2016, 10:25 da Giulia Rosa Sirtori   [ aggiornato in data 14 lug 2017, 06:17 ]
Le persone danno quello che possono, quello che hanno nel cuore. E alcune persone sono purtroppo patologicamente cariche di negatività. A volte sono le delusioni subite negli anni che le hanno rese dure e sfiduciate. Più spesso è un approccio mentale orientato sempre al bicchiere mezzo vuoto invece che mezzo pieno. Purtroppo per loro e per chi li circonda, ci sono molti personaggi capaci di criticare e non di fare, di correggere e non di correggersi, di prevedere sempre solo quello che può andare storto, di immaginare misteri, tradimenti, pericoli. E poi ci sono coloro che si sentono vittime del mondo e della società: "succedono tutte a me" è la loro frase preferita.
Chi conosce persone con queste caratteristiche di solito ha due tipi di reazioni: o le evita o cerca di aiutarle. Purtroppo però di fronte a soggetti "patologici" aiutare non è "d'aiuto", nè  a loro, nè tantomeno a chi l'aiuto lo vorrebbe dare. La persona patologicamente negativa usa chi le offre una spalla come "pattumiera emotiva" dove scaricare tutte le sue frustrazioni. Dallo sfogo ricava  un sollievo di breve periodo, e poco tempo dopo tornerà a ricaricarsi e ad avere bisogno di sfogarsi e lamentarsi nuovamente, pretendendo sempre più attenzioni. La persona che invece cerca di aiutare subisce una vera e propria "aggressione emotiva" che spesso la lascia senza forze, e il senso di spossatezza si acuisce per via dello sforzo vano di far vedere all'altro un lato positivo o semplicemente un diverso punto di vista. Non a caso le persone patologicamente negative vengono anche chiamate "vampiri emotivi".
L'effetto di medio termine è di un legame malato tra una vittima e un salvatore, dove il salvatore, se non riserva sufficienti attenzioni alla vittima, diventa rapidamente  ai suoi occhi carnefice. Ciò lo rende oggetto di recriminazioni e piccole grandi vendette, che minano la sua resistenza e la genuinità del suo desiderio di aiutare. 
Quanto è utile tutto questo? Zero. E' vitale non farsi prendere in questa morsa, e appena ci accorgiamo di esserci dentro, riprendere distacco e centratura. E se necessario allonarsi.

#coaching #felicità #happiness #personenegative #personepositive  #equilibrio #centratura