IKIGAI: IL CONCETTO GIAPPONESE DI FELICITA’ E SUCCESSO


by Laura Oliver

Qual e ' il motivo per cui ti sei alzato stamattina? 
Solo cercare di rispondere a una domanda così grande potrebbe farti venire voglia di tornare a letto. Se lo fa, il concetto giapponese di Ikigai potrebbe aiutarti.

Quest’idea proviene da un paese con una delle popolazioni più antiche del mondo, e sta diventando popolare al di fuori del Giappone come un modo per vivere più a lungo e meglio.
Mentre non c'è una traduzione diretta in inglese, si pensa che ikigai combini le parole giapponesi ikiru, che significa “vivere”, e kai, che significa “la realizzazione di ciò che si spera”. Insieme queste definizioni creano il concetto di” ragione per vivere " o “ scopo della vita.
Ikigai ha anche collegamenti storici: gai nasce dalla parola kai, che significa conchiglia. Secondo Akihiro Hasegawa, Psicologo Clinico e Professore Associato presso L'Università Toyo Eiwa, le conchiglie erano considerate molto preziose durante il periodo Heian (794-1185), e aggiungono alla parola il senso di "valore nel vivere".

Per trovare questo motivo o scopo, gli esperti occidentali della materia raccomandano di iniziare con quattro domande:
Cosa ami?
In cosa sei bravo?
Cosa vuole il mondo da te ?
Per cosa puoi farti pagare?

Trovare le risposte e trovare un equilibrio tra queste quattro aree potrebbe essere la via per arrivare all’ Ikigai per degli occidentali che sono normalmente alla ricerca di cose rapide e veloci. Ma in Giappone, Ikigai è un processo lento, e spesso non ha nulla a che fare con il lavoro o con il reddito.

In un'indagine del 2010 su 2.000 uomini e donne giapponesi, appena il 31% dei partecipanti ha citato il lavoro come il loro Ikigai.
Gordon Matthews, professore di antropologia all'Università di Hong Kong e autore di What Makes Life Worth Living? How Japanese and Americans Make Sense of Their Worlds, ha detto in un'intervista al Telegraph che il modo in cui la gente capisce l’ Ikigai può spesso essere legato a due altre idee giapponesi – ittaikan e jiko jitsugen. 
Itaikkan si riferisce a” un senso di unità con, o all'impegno, per un gruppo o un ruolo", mentre jiko jitsugen si riferisce più alla realizzazione di sé.
Matthews dice che Ikigai probabilmente porterà ad una vita migliore “perché si avrà qualcosa per cui vivere”, ma mette in guardia dall’interpretazione dell’ Ikigai come scopo alto o umanitario: “Ikigai non è qualcosa di grande o straordinario. E' quello che per te è importante.”

Okinawa, un'isola remota a sud-ovest del Giappone, ha un numero insolitamente grande di centenari ed è spesso indicata negli studi che riguardano l’ Ikigai.
Secondo Dan Buettner, esperto di Blue Zones (le zone del mondo dove le persone vivono più a lungo)  il concetto di Ikigai pervade la vita di questi isolani. 
In combinazione con una particolare dieta e rete di supporto di amici o “moai”, Ikigai aiuta le persone a vivere più a lungo su Okinawa, in quanto dà loro uno scopo.

Sapere che qual è il tuo Ikigai non è però sufficiente – lo scopo va tradotto in azione. 
Inoltre i ricercatori sottolineano che Ikigai può cambiare con l'età: per chiunque abbia il lavoro come unica e vera ragione di vita, sapere questo è importante, nel momento in cui ci si avvicina alla pensione e si può iniziare la ricerca di un nuovo ikigai.






VUOI LAVORARE SU QUESTO TEMA?

http://eepurl.com/cs2bk9

PENSI POSSA INTERESSARE AD UN AMICO O A UN COLLEGA? Invitalo a contattarmi


http://eepurl.com/cs2tQ9

#coaching #felicità #ikigai #scopo #successo #giappone #why #scopo