COME LAVORARE CON QUALCUNO CHE E’ SEMPRE NERVOSO

by Caroline Webb

Come lavorare con colleghi che non sono bravi a gestire lo stress? Che sono irascibili e costantemente nervosi o arrabbiati con qualcosa o con qualcuno?

Cosa dicono gli esperti
Tutti sentiamo lo stress, e per alcuni può durare 10 minuti, per altri 10 giorni, altri 10 anni.
Per alcune persone è uno stato perenne, sono costantemente sopraffatte, tritate, stretchate, nervose. Lavorare con una persona di questo tipo può essere molto molto faticoso.
La cosa importante è non pensare di cambiare quella persona: pensa piuttosto a cosa fare per neutralizzare la situazione. Che tu guardi il tuo collega con simpatia o con fastidio, ecco alcuni suggerimenti per collaborare in modo più efficace.

Non giudicare
Come prima cosa verifica se stai giudicando in modo troppo deciso quella persona. A meno che tu non sia uno psicologo esperto, giudicare la capacità altrui di gestire lo stress non è cosa facile: c’è un range molto ampio di tolleranza allo stress, e quello che può sembrare eccessivo per te può essere del tutto normale per un’altra persona.
In ogni caso, non pensare all’atteggiamento del tuo collega come un difetto del suo carattere, ma come una caratteristica.

Riconosci la sua fatica
E’ fondamentale far sentire l’altra persona vista e ascoltata. Puoi dire qualcosa di simile a questo: “ho notato che hai lavorato fino a tardi ieri e non era la prima volta. Come stai?”

Dopo che il collega vi avrà rovesciato addosso tutte le sue lamentele e la sua rabbia, ditegli “Deve essere dura”
Non importa se ci crediate o no, ma l’altro si sente davvero così. Riconoscere il suo stato d’animo da a entrambi una possibilità di andare oltre.

Allo stesso tempo però non devi consentire all’altro di sfogarsi in maniera eccessiva e ricominciare ad agitarsi, e non devi fomentare questo dicendo cose come “non so come fai a farcela” oppure “la situazione è davvero insostenibile”

Offri apprezzamento
Una delle maniere migliori per far uscire una persona arrabbiata dal fight-flight mode è fargli un complimento sincero. Nel momento in cui una persona è arrabbiata è fuori controllo e si sente privata di competenza e rispetto. Un complimento è un modo semplice per aiutarla a riallinearsi con la parte migliore di sé.
Ricevere un feedback apprezzativo sul lavoro dà alla persona un’immagine diversa di sé, positiva, competente, forte. Fate riferimento a qualcosa di specifico, per esempio il modo in cui ha gestito una certa presentazione. L’apprezzamento può essere uno strumento molto potente “Quando dici alle persone come le vedi, loro si adeguano a quell’immagine”

Offri il tuo aiuto
C’è qualcosa che io o qualcuno del mio team può fare per aiutarti?
E’ molto probabile che tu non possa fare niente, ma la tua offerta da all’altro la possibilità di pensare ad una soluzione, e lo fa sentire meno solo.

Ad ogni modo, fatelo solo se siete sinceramente intenzionati e disposti ad aiutare.
E fatelo segnalando cosa potresti fare o con che limiti di tempo.

Riduci le tue richieste
Quando una persona è sovraccarica è utile non appesantire ulteriormente il suo carico.
Puoi per esempio abbreviare le mail destinate a quella persona, spaccare le richieste in pezzi più piccoli, invitarla a dividere i compiti complessi in porzioni più semplici.
Ma non esagerare nel ridurre il carico: dopo tutto il tuo compito è di far succedere le cose.

Chiedi all’altro di dare un voto alla sua rabbia
Su una scala da 1 a 10 quanto sei arrabbiato?
Questo aiuta te a capire la gravità della situazione e la magnitudine dell’intervento, e aiuta l’altro a uscire dal sequestro emotivo per riprendere il controllo.

Prendi distanza
La rabbia e lo stress possono essere contagiosi, quindi mantieni la consapevolezza, riconosci gli effetti che ha su di te.
Quando una persona è tossica e ti drena energia, può arrivare a delineare un modo per ridurre le interazioni, se non necessarie. Questo ovviamente non è sempre facile, specie se lavorate sullo stesso progetto, e allora puoi decidere di guarda al lato positivo della situazione: questa persona sarà anche eccessivamente irascibile e nervosa, ma è piena di passione, tiene al suo lavoro, si da da fare. Probabilmente preferisci questo tipo di approccio al lavoro, rispetto ad uno più rilassato, lento e distaccato.


VUOI LAVORARE SU QUESTO TEMA?

http://eepurl.com/cs2bk9

PENSI POSSA INTERESSARE AD UN AMICO O A UN COLLEGA? Invitalo a contattarmi


http://eepurl.com/cs2tQ9



www.giuliasirtori.com The Colours of Coaching
#coaching #rabbia #nervosismo #gestirelarabbia #intelligenzaemotiva #intelligenzarelazionale #personenervose