E' LA MANCANZA DI TEMPO A CONDIZIONARTI? O LE TUE CONVINZIONI?

by Richard Bandler e John Grinder

E’ facile riconoscere che non è solo il tempo che ci manca. Basta notare le cose che diciamo.
Ma ci vuole attenzione, perché non prestiamo molta attenzione ai nostri pensieri, e al nostro “discorso interno”.
“Sono stato travolto dagli eventi, ed era già ora di andare a casa carico di stanchezza”
“Non potevo fare diversamente, me lo ha chiesto il mio capo”
“Vorrei trovare il tempo per occuparmi della mia salute, ma ci sono cose più importanti”
“Alla mia età non posso più imparare l’inglese, e poi comunque non ho tempo”
“Sono passato da una riunione all’altra senza nemmeno mangiare” 

E così via.
Quello che Bandler e Grinder ci consigliano di fare è notare se nella nostra vita ci sono schemi che si ripetono, legati al tempo , o al poco tempo. 
E ci invitano a fare un piccolo esame di coscienza.
Ci sono delle convinzioni "limitanti" che hai riguardo alla mancanza di tempo?
In altri termini, oltre ad avere poco tempo, c’è qualche pensiero che fai su di te o sugli altri che guida il tuo comportamento in una certa direzione? Direzione che nemmeno gradisci?

Cosa sono le "convinzioni limitanti"
Le convinzioni sono cose che credi profondamente vere.
Di solito sono i pensieri che ritornano quotidianamente, che si innescano in scenari specifici, come per esempio quando si pensa al lavoro, alle proprie capacità, alle relazioni….
E come sono fatte? 
Sono cose che dici di potere o non potere fare; generalizzazioni o giudizi che hai sugli altri, confronti che fai tra te e gli altri; cose che ritieni giuste o sbagliate o inaccettabili…
Come fai a capire se sono limitanti?
per definirle limitanti devi renderti conto che a volte si attivano in automatico e non producono comportamenti e risultati utili. Anzi, a volte sono controproducenti.

1. Ritagliati tempo da solo per identificare le tue convinzioni limitanti e scriverle.







2. Prendi una convinzione limitante alla volta, e scrivila nella maniera più breve possibile.






Ora puoi proseguire da solo, oppure farti aiutare da un amico, un collega o un Coach professionista, che saprà sicuramente aiutarti al meglio.
Se decidi di proseguire l’esercizio con un amico, passagli le seguenti regole:
Deve fare le domande , senza commentare, senza dare pareri o consigli!
Deve guardarti e ascoltarti a 360 gradi (postura, corpo, voce, parole chiave)
Deve essere presente, lucido, concentrato

Ecco le domande:
- Quale è una tua convinzione limitante su cui vuoi lavorare?
- “Da dove viene questa convinzione?
Il Coach aiuta il Coachee a riflettere sulla sua vita e a individuare esperienze che ha fatto o episodi a cui ha assistito che hanno rafforzato quella convinzione.
- In che modo fin qui questa convinzione ti è stata utile?”
Il Coach aiuta il Coachee a mettere a fuoco gli episodi in cui quella convinzione è stata utile, ha permesso di ottenere qualcosa che il Coachee desiderava, o ha evitato al Coachee dei problemi……. L’obiettivo di questa domanda è in qualche modo ringraziare la convinzione, perché ha permesso al coachee di arrivare dove è, di essere ciò che è
- Quali sono gli effetti negativi che ora questa convinzione ha su di te e sulle tue relazioni ?
Il Coach aiuta il Coachee a mettere a fuoco gli episodi in cui quella convinzione non lo  mette in condizione di ottenere ciò che vuole, o addirittura lo sabota.

4. Ora sostituisci la convinzione limitante con una potenziante per te
Scrivi una nuova convinzione che vuoi sostituire all’altra, qualcosa che ti sia utile, che sia coerente coi suoi valori, e che ti aiuterà invece che sabotarti

5. Hai messo a fuoco la tua nuova convinzione potenziante.
• Rileggila, dilla ad alta voce, più volte.
• Che effetto ti fa dirla e ascoltarla?
• Cosa provi fisicamente stando in contatto con questa tua convinzione potenziante?
• Cosa capisci di te stando in contatto con questa convinzione potenziante?
• Che effetti avrà su di te e sulle relazioni ?

6. La vecchia convinzione tornerà: sii pronto!
La tua convinzione limitante è radicata e potrebbe ancora essere utile.
La cosa importante da fare, in una sorta di allenamento quotidiano, è vederla arrivare, ringraziarla per il lavoro che ha fatto e fa, e scegliere in quel momento di pensare una cosa diversa.
Scegliere di pensare la tua nuova convinzione potenziante, perchè in quel momento sai che ti sarà più utile.




VUOI LAVORARE SU QUESTO TEMA?

http://eepurl.com/cs2bk9

PENSI POSSA INTERESSARE AD UN AMICO O A UN COLLEGA? Invitalo a contattarmi


http://eepurl.com/cs2tQ9



www.giuliasirtori.com The Colours of Coaching
#coaching #tempo #timemanagement #convinzioni #convinzionilimitanti #gestireiltempo #dialogointerno #giudiceinteriore