USARE I NOSTRI 3 CERVELLI PER DECIDERE BENE SOTTO STRESS



by Marvin Oka e Grant Soosalu

Con il suo lavoro di ricerca in ambito neurocardiologico, il Dr J Andrew Armour ha introdotto il concetto di un “cervello funzionale nel cuore”. Il cuore ha un complesso sistema neurale sufficientemente sofisticato da qualificarsi “cervello”: include numerosi tipi di neuroni (neuroni motori, neuroni sensoriali, interneuroni, neurotrasmettitori, proteine e cellule di supporto) . Questo sistema neurale complesso consente al cuore di funzionare in maniera indipendente dal cervello cranico, e di imparare, ricordare, percepire, sentire.
E’ connesso e simile al cosiddetto “cervello mammario o limbico”: le regioni del nostro cervello dove nascono le emozioni e sono archiviati i ricordi.

Nel 1998, il neurobiologo Dr. Michael Gershon pubblicò ‘The Second Brain”, in cui descrive, a seguito di una decade di ricerche, la scoperta del complesso e completo sistema neurale dell’intestino: un altro cervello dunque. Il cervello intestinale è un magazzino di elementi chimici e neuro-ormonali, che utilizza la stessa classe di neurotrasmettitori che hanno sede nel cervello cranico. Le ricerche hanno dimostrato che l’intestino può imparare, archiviare ricordi ed effettuare processi complessi ed indipendenti, ed è connesso e simile alle caratteristiche del cosiddetto “cervello rettile”, la parte più antica del cervello cranico, deputata alla sopravvivenza e preservazione della nostra integrità psico-fisica. 

Negli ultimi 5 anni abbiamo fatto leva su queste scoperte per capire come i nostri 3 diversi cervelli intervengono nel nostro processo decisionale, nel nostro agire, nelle nostre intuizioni e relazioni.
Le funzioni cerebrali del cuore: esprimere rabbia, dolore, odio, gioia, fantasia, sogni, desideri, affetto
Le funzioni cerebrali dell’ intestino: identità, autopreservazione, messa in moto, coraggio, volontà
Le funzioni cerebrali del cervello cranico: percezione cognitive, riconoscimento di schemi, ragionamento, astrazione, analisi, sintesi, significato, linguaggio , ideazione, creatività

Abbiamo sviluppato un protocollo che fa leva sui nostri 3 cervelli, nel momento in cui ci troviamo di fronte a situazioni stressanti, a decisioni molto pesanti e cariche di fatica ed emozione, a conflitti tra parti di noi: quelle situazioni in cui da un lato vorrei una cosa, dall’altro ne vorrei un’altra, e non so cosa scegliere.
Si tratta di una traccia guidata di conversazione tra un coachee (la persona che ha un dilemma da sciogliere o una fatica da cui liberarsi) e un coach (la persona che vuole aiutare il coachee)
Ecco di seguito la traccia. Vi consigliamo di rivolgervi ad un Coach professionista per sperimentarne la massima efficacia, ma se volete, potete utilizzarla anche con un amico, o come pratica di self coaching. Rimarrete stupiti dall’efficacia e dalla serenità che vi lascerà.

PROCEDURA DEI 3 CERVELLI – M OKA – G SOOSALU

Il Coach comincia a parlare col Coachee e gli dice:
Pensa a una decisione difficile che devi prendere, nell’ambito professionale, o personale, di cui hai voglia di parlare.
E’ importante che tu faccia riferimento ad una situazione specifica, di cui hai un ricordo vivido e che è per te importante.
Ed è importante che questa decisione in tutto o in parte dipenda da te.  Dimmi  in breve di cosa si tratta
Ora respira 5’’ in e 5’’ out, profondamente, con me. 3 volte

Adesso ti invito a portare la tua attenzione al tuo cuore, e a mettere la mano su di esso, se vuoi.
Ora io farò delle domande al tuo cuore, e voglio che tu parli per bocca del tuo cuore. Ora tu sei il tuo cuore, rispondi in prima persona:
- Cuore, cosa è importante per te ?
- Cosa provi ?
- Come vuoi relazionarti con questa situazione ?
Adesso sciogliti. Respira 5’’ in, 5’’ out profondamente 3 volte

Ora ti invito a portare la tua attenzione sulla tua testa.
Io farò delle domande alla tua testa, e tu risponderai dal punto di vista della tua testa. Ora tu sei la tua testa, rispondi in prima persona:
- Come vedi la situazione?
- Cosa capisci della situazione?
- Cosa vuoi fare?
Adesso sciogliti. Respira 5’’ in, 5’’ out profondamente 3 volte

Porta la tua attenzione nuovamente al tuo cuore, Metti una mano sul tuo cuore, diventa il tuo cuore e rispondi in prima persona:
- Dopo quello che ha detto la testa, cosa cambia in quello che vuoi?
Adesso sciogliti. Respira 5’’ in, 5’’ out profondamente 3 volte

Ora ti invito a portare la tua attenzione al tuo fegato. Metti una mano sulla tua pancia.
Io farò delle domande al tuo fegato, e tu risponderai dal punto di vista del tuo fegato. Ora tu sei la tua pancia, rispondi in prima persona:
- Qual è il senso più profondo di ciò che sei ?
- Quali sono i paletti che vuoi mettere ?
- Cosa dice l’istinto che va e non va fatto ?
Adesso sciogliti. Respira 5’’ in, 5’’ out profondamente 3 volte

Ora torna a concentrare la tua attenzione sul tuo cuore
Metti una mano sul tuo cuore, diventa il tuo cuore e rispondi in prima persona:
- Cuore, dopo quello che ha detto il fegato, cosa cambia in quello che vuoi?
- cosa decidi di fare?
Adesso sciogliti. Alzati, Fai due passi. Risiediti con calma. Respira 5’’ in 5’’ out profondamente 3 volte


Dopo questa esplorazione di ciò che chiedono il tuo cuore, il tuo cervello e il tuo fegato,
cosa decidi di fare? Cosa farai concretamente?




VUOI LAVORARE SU QUESTO TEMA?

http://eepurl.com/cs2bk9

PENSI POSSA INTERESSARE AD UN AMICO O A UN COLLEGA? Invitalo a contattarmi


http://eepurl.com/cs2tQ9



www.giuliasirtori.com The Colours of Coaching
#coaching #decisionmaking #decisionidifficili #3brains #marvinoka #grantsoosalu #connessionineurali #testa #cuore #fegato #hardecisions