9 STRUMENTI CON CUI LE DONNE POSSONO ACCELERARE LA LORO CARRIERA

by Gloria Feldt, co-founder and President of Take The Lead

Cosa significa “potere”? Le persone hanno diverse definizioni di potere. E tu, quando per la prima volta hai saputo di avere potere?
Non c'è una risposta giusta o sbagliata: ci può essere stato un momento cruciale nella tua vita o una serie di eventi dai quali hai saputo che avevi potere.  Nessuno nasce sapendo di avere il potere di fare delle cose: lo scopri sperimentando, facendo, vedendo il riscontro negli altri. Questo è veramente il momento delle donne? E’ possibile rompere il soffitto di vetro?  

Le donne hanno meno del 20% delle posizioni di comando, anche se alla base della piramide sono moltissime. E nella maggioranza dei casi le donne sono pagate meno degli uomini.
Le ricerche indicano che è giunto il tempo per le donne, perché:
- le donne hanno valutazioni migliori sulle competenze di leadership per il 75% dei casi (Zenger & Folkman)
- le donne aumentano l'intelligenza collettiva e la sensibilità ai segnali sociali (Woolley & Malone).
- i valori più tipicamente femminili della leadership vengono valutati in modo sempre più positivo (Gerzema)
- avere più donne al comando porta un migliore ROI (McKinsey; Ernst&Young; Catalyst)

Il fatto è che un potere non usato è un potere inutile.
È importante che le donne non solo abbiano il potere di scegliere, ma anche scelgano il potere.
Abbiamo molto potere nelle nostre mani, però dobbiamo usarlo, renderlo intenzionale.

Dare il giusto valore al nostro lavoro
Ci sono molte ragioni, ma nessuna scusa, per cui le donne non stanno ottenendo la parità. La mia intenzione è di spingerci all'azione indipendentemente dai pregiudizi impliciti o espliciti.
Più di ogni cosa le barriere sono interne: non diamo sufficiente valore a chi siamo, e a quanto contribuiamo. Le donne lavorano di più degli uomini prima di sentire di avere fatto il loro lavoro e di meritare il loro stipendio; le donne danno un valore più alto rispetto agli uomini al lavoro, e al lavoro degli altri rispetto al proprio.
Dobbiamo attuare un cambiamento profondo per capire ed evidenziare il nostro valore.

Le donne sono giudicate in modo molto più severo, anche solo per l'aspetto fisico : pensiamo per esempio a Oprah Winfrey, Hillary Clinton o Sheryl Sandberg. Siamo spesso giudicate sulla base di fattori per cui gli uomini non sono assolutamente valutati. Si tratta di pregiudizi che acquisiamo durante la nostra crescita, che vengono dalla nostra cultura, e di cui siamo vittime.

Un altro pregiudizio di cui siamo vittime è il non essere " intenzionali": per esempio se un uomo vede una job description nella quale sono scritte due capacità che lui non ha, quell'uomo si candiderà comunque per quel lavoro, mentre una donna che vede la stessa job description e vede le stesse due cose che non è capace di fare, deciderà di far dei corsi, restando nella sua posizione, e studiando fino a quando non sentirà di possedere quelle competenze. E nel frattempo un uomo l'avrà sicuramente scavalcata, e sarà già due o tre livelli più in alto di lei.
Questa è la differenza tra l'ambizione (vorrei farlo) e l'intenzione  (lo faccio adesso)

Abbiamo bisogno di adottare un nuovo paradigma sul potere, possiamo farcela. Il potere in sè è amorfo, e non ha qualità, ha solo le qualità che noi gli diamo.
Le donne sì sono allontanate dal potere a causa della sua tradizionale definizione in termini di forza sugli altri, a volte anche violenza sugli altri.
Molte donne sono vittima di questa considerazione negativa del potere.  Ma se cambiamo il nostro modo di pensare, e lo vediamo come "potere di innovare", "potere di risolvere i problemi", "potere di rendere la vita più semplice", questo ci mette in condizione di usare il potere per noi, per le nostre famiglie e per il mondo. Il potere è una risorsa infinita che può essere condivisa.
NON Potere SU,  MA Potere DI

ECCO I 9 STRUMENTI DEL POTERE

1.Conosci la tua storia e poi crea un futuro che scegli tu
Un esempio è Ada Lovelace, che creò l'algoritmo che sta alla base del Lavoro di Steve Jobs. Quasi nessuno lo sa perché i successi delle donne raramente sono riconosciuti e documentati, come invece accade al lavoro dei colleghi maschi. Non possiamo permetterci di sederci sugli allori di una vittoria quando c'è ancora così tanto lavoro da fare per far progredire le donne, e dobbiamo essere le prime a riconoscere e dare visibilità alle nostre conquiste.

2. Definisci le tue condizioni e impara la lingua degli uomini
Chiunque definisce le condizioni di un dibattito normalmente lo vince . Devi combattere per le tue intenzioni e non per quelle di qualcun altro. Questo ha molto a che fare con il modo in cui comunichiamo: quando ci svegliamo la mattina dobbiamo fissare il nostro scopo e la nostra intenzione per quella giornata, e averlo molto chiaro in testa.
Come possiamo fare per essere più ascoltate nei meetings? Come possiamo imparare a parlare due lingue, la nostra e quella degli uomini?
- fate dichiarazioni semplici
- non finite mai una frase con un punto di domanda, a meno che non vogliate veramente fare una domanda
- definite l'agenda
- smettete di scusarvi
- eliminate il verbo sperare, usate il verbo pianificare e fare
- chiedete!  dando un nome chiaro a quello che chiedete

3. Usa quello che hai. 
Hai le chiavi per prendere il potere e andare avanti, hai già tutto quello di cui hai bisogno: usalo!
Possiamo prendere il potere che già abbiamo, creare network e legami, cercare sponsorizzazione anche presso altre donne: si crea un circolo virtuoso quando aiutiamo le altre donne.

4. Abbraccia le controversie
"Fate ogni giorno qualcosa di cui avete paura", diceva Eleanor Roosevelt. Entrate nelle controversie, usate l'energia della controversia per spingervi avanti.
Abbiate voglia di partecipare ad un dibattito quando c'è un problema e usate quel dibattito come un'opportunità per insegnare e spiegare quello che è importante per voi.
Le 7 C della controversia sono: controversia, coraggio, convinzione, caso, conflitto, chiarezza, cambiamento.

5. Carpe caos
Le crisi e le opportunità sono sorelle. Un tema che è emerso durante la crisi finanziaria del 2008 era la mancanza di donne nei boardroom delle società come Lehman Brothers, e in virtù di quello Christine Lagarde ha avuto un vantaggio sui suoi predecessori.

6. Indossa il vestito
Indossa il vestito delle tue convinzioni: che cosa ci sarà scritto sulla tua maglietta quando la gente ti seguirà? Io amo la scritta “Le donne ben educate raramente fanno la storia”

7. Crea un movimento.
La leadership è un'azione collettiva che raduna persone intorno a te. Non avere paura di chiedere aiuto e di offrire aiuto. Metti insieme il coraggio e un piano d'azione, e vai!
Pensa alle donne della Liberia e al movimento che hanno creato per eliminare dal paese un Dittatore e portare alla carica presidenziale la prima donna, Helen Johnson Sirleaf.

8. Utilizza ogni mezzo.
Considerando quanto i social media sono importanti ed influenti nelle nostre vite, ci sono oggi delle autostrade per noi per esprimere la nostra opinione.
Diamo via una parte del nostro potere quando non usiamo queste opportunità. Possiamo promuoverci, farci conoscere, rivendicare le nostre battaglie.

9. Racconta la tua storia .
"Sii l'eroina della tua propria vita" disse Nora Ephron. La tua storia è il tuo potere, la tua verità e la tua storia sono ciò che dà significato e contesto alle persone che lavorano con te, e questo un elemento fondamentale dell'essere leader. La tua storia è quello che racconti a te stessa di te stessa. Quale vuoi che sia lo scopo della tua leadership?