MODI PRATICI PER FAVORIRE LA CREATIVITA' IN AZIENDA

by Josh Linkner

Ci sono due grandi miti sulla creatività, che possono essere facilmente smentiti.
La buona notizia è che non servono doti divine e nemmeno 30 anni di studio:  possiamo immediatamente diventare più creativi, basta volerlo.

Il primo mito sono le etichette 
Nella nostra società attribuiamo diversi livelli di creatività a lavori diversi.
Pensiamo che siccome uno è un musicista allora deve essere sicuramente un creativo, mentre se uno è uno statistico o un contabile sicuramente non sarà creativo.
Ebbene, quello che sappiamo per certo è  che ci sono centinaia di musicisti professionisti  nelle orchestre che suonano perfettamente le note su uno spartito, ma in realtà non creano niente: sono degli ottimi tecnici ma non sono veramente dei creativi .
D'altro canto abbiamo visto,  in forme non sempre legali, grandissime dimostrazioni di creatività da parte di esperti di finanza,  che non sono normalmente considerati l'emblema della creatività.  

Il secondo mito è la paura
Si tratta del mito più grande, e del più significativo ostacolo allo sviluppo della creatività.
Quando permettiamo alla paura di parlare per noi, impediamo al nostro potenziale creativo di esprimersi.

Vi faccio un esempio: siete seduti in un meeting e vi viene una grande idea, ma invece di condividerla con gli altri, la trattenete e dite a voi stessi " boh chissà cosa penserà il capo?" oppure "se è un'idea così geniale perché non è venuta a qualcun'altro?" oppure " e dove li troviamo i soldi?" oppure "mi prenderanno per pazzo".
Siamo così condizionati dal giudizio degli altri che fino a quando un'idea non è solida come una roccia, ci asteniamo dal condividerla.

In un contesto di questo tipo, la creatività non può mai fiorire.  
Però possiamo aiutare noi stessi e i nostri team a sentirsi a proprio agio nel condividere la creatività: possiamo creare un ambiente che la favorisca e la supporti, che dia valore alla produzione di idee, buone o cattive che siano.

Se decidiamo di farlo, se decidiamo di cambiare approccio, e di comunicarlo in modo chiaro,  sarà molto facile rimanere stupiti da rapidi cambiamenti a cui assisteremo.


Prepararsi alla creatività
Immagina di essere un musicista professionista che deve tenere un concerto alla Carnegie Hall, o un ballerino che deve esibirsi alla Scala. Sicuramente non ti presenterai 3 minuti prima dell'evento, salendo sul palco trafelato. Arriverai presto, ti concentrerai, accorderai il tuo strumento o farai stretching, riproverai dei passaggi, indosserai il tuo vestito di scena, guarderai il pubblico in sala.
Ti preparerai  a quel momento!


Nel business dovrebbe essere la stessa cosa, ma non lo facciamo.
In azienda quando abbiamo bisogno di idee, normalmente diciamo "ok abbiamo 5 minuti sarà meglio tirare fuori qualche idea creativa" e poi ci chiediamo come mai escono solo idee scadenti.
Tutti possiamo diventare più creativi, ma la cosa essenziale per riuscirci e' prepararci ed essere nelle condizioni migliori per farlo.


ECCO ALCUNE SEMPLICI IDEE PER FAVORIRE LA CREATIVITA' NEI  TUOI COLLEGHI / COLLABORATORI 

1. Porta una palla in riunione e lanciala in giro per 20 secondi:  è incredibile quanta energia si sprigionerà.
 

2. Prendi una foto a caso, da una rivista o da Internet, e chiedi al tuo team di immaginare che quella foto sia la scena di un film. Che cosa sta succedendo in quel film ?  
Lascia che le persone immaginino e inventino quello che è successo prima, quello che sta succedendo, quello che succederà dopo.
Questo è un altro modo per mettere le persone immediatamente in uno stato di creatività

3. Crea un ambiente fisico favorevole.
Gli artisti per secoli hanno viaggiato per farsi ispirare dai posti e dalle persone.
Ora,  se sappiamo che l'ambiente e' importante, mi chiedo perché le sedi della maggior parte delle aziende siano diventate dei luoghi di deprivazione sensoriale.
Mettiamo le persone in uno spazio noioso, in un cubo grigio con delle luci fluorescenti, e poi ci chiediamo perché le loro idee non sono così interessanti. Per trovare ispirazione, e per aiutare le tue persone a fare lo stesso, portale in un posto che le ispiri. Anche se non hai soldi per ridecorare o cambiare il layout degli uffici, puoi portare un pomeriggio il tuo team a vedere una mostra,  oppure a fare una passeggiata nella natura. Non devi spendere una fortuna, ma quando hai bisogno di alzare la testa e immaginare, è difficile farlo seduti in un cubo.

4. È necessario costruire una cultura che favorisca, nutra e celebri la creatività, piuttosto che una cultura che la punisce: metà della battaglia sta qui. Come?
Ti faccio un esempio: una delle società che ho intervistato per il mio libro dà ad ognuno dei team members due “risk cards” all'anno.
Ogni collaboratore riceve all'inizio dell'anno due risk card,s che sono due inviti a essere sfacciatamente creativi e a prendere importanti  rischi. 
Se l'iniziativa creativa e rischiosa fallisce, il collaboratore gioca la sua risk card, e non ci saranno conseguenze per lui: nessun feedback negativo, nessun processo, niente.
Alla fine dell'anno ogni capo chiede ai collaboratori se ciascuno di loro ha utilizzato tutte e due le risk card, e se una persona non le ha usate entrambe, questo diventa  un punto di demerito. 
Mi rendo conto che può sembrare folle è pericoloso.
Io la vedo in un altro modo: in un mondo  ipercompetitivo, instabile, incerto, complesso e fluido,  quanto più è  pericoloso non  essere allenati a  rischiare?

Ci sono molte persone che conducono il loro business e le loro vite cercando di giocare sul sicuro, e molti si ritrovano a scoprire che giocare sul insicuro è diventata proprio la cosa più rischiosa di tutte.



www.giuliasirtori.com The Colours of Coaching
#coaching #creatività #flessibilità #agilitàmentale #curiosità #sperimentare #zonadiconfort #comfortzone #rischiare #energia #spazicreativi #joshlinkner