CREARSI UNA NUOVA IDENTITA'

by Marshall Goldsmith

Chi pensi di essere?
Prenditi il tempo che ti serve per rispondere, non è un test dove c'è una sola risposta giusta.
Ed è davvero molto importante il modo in cui definisci te stesso,  perché impatta sul successo che hai nel tuo lavoro, sul fatto che tu riesca a essere un buon amico o un buon genitore o un buon partner,  e impatta anche sul livello di felicità che otterrai nella vita.
Rispondere a questa domanda, diventare consapevole della tua identità, e realizzare se coincide con quello che vuoi essere, può rappresentare l'inizio di un cambiamento comportamentale importante, che può modificare la tua vita in modo inimmaginabile e meraviglioso.

L'identità è un tema complesso. Guardare al passato, individuando eventi importanti, trionfi memorabili o disastri, può aiutarti a definirla. Oppure puoi basarti su quello che dicono gli altri di te, quello che dice il tuo capo, un insegnante o un genitore. Oppure ancora puoi definire chi sei o chi sarai sulla base di quello che alcune persone hanno visto in te nel passato: ciò che ti hanno detto che saresti diventato. Infine puoi scegliere di definire te stesso in base a quello che tu solamente decidi di voler essere.

In sintesi possiamo dire di avere tutti almeno quattro identità. 

1.Identità ricordata
Come sai chi sei? Lo sai perché ricordi eventi della tua vita che ti hanno  aiutato a costruire un senso di te.
Possono essere momenti eccezionali o veri disastri: ciò che conta è che sono delle pietre miliari della tua esistenza, nel bene e nel male, e hanno lasciato un segno. Quando scrivi un profilo di te stesso, questi momenti inevitabilmente entrano in gioco. 

2.Identità riflessa.
Cosa dice la gente di te? Che cosa si ricordano di te ? Quali eventi ricordano del tuo passato?
Quando il tuo capo o il tuo partner dicono una cosa di te, questo rinforza il quadro che tu hai di te stesso.
Il feedback da parte degli altri costruisce la tua identità riflessa. 

3.Identità programmata
Quale messaggio ti arriva dagli altri su chi diventerai in futuro?
La tua identità programmata può essere influenzata dalla tua professione, dalla cultura in cui cresci, dalla società in cui lavori, dal settore, dalle persone che scegli come amici.
Ognuno di questi attori può costruire l'immagine di te stesso nel futuro.

4.Identità creata
Chi vuoi essere tu? La tua identità creata è l'identità che decidi di creare per te stesso. È  la parte della tua identità che non è controllata dal passato o dagli altri. Le persone più di successo che ho conosciuto hanno creato delle identità che hanno permesso loro di diventare gli esseri umani che volevano essere, senza essere schiavi del passato o del pensiero degli altri.

Ora che abbiamo chiarito le basi dell’identità, il mio suggerimento è semplice. 
Passa in rassegna i vari componenti della tua identità attuale: da dove arrivano, in che modo impattano la maniera in cui ti vedi oggi e nel futuro.
Se la tua identità attuale ti piace, allora ti consiglio di lavorare semplicemente per diventare un te stesso ancora migliore.
Se invece non ti piace e non ti corrisponde, e vuoi apportare un cambiamento, sii aperto al fatto che sei capace di cambiare molto di più di quanto pensi.

WATCH VIDEO PART 1 to know more
https://www.youtube.com/watch?v=LZmvxfvmsKE&src_vid=ppgoMXjKriA&feature=iv&annotation_id=annotation_1921946817



L'identità cambia

Ora vi chiedo di pensare a Bono, il cantante degli U2: la sua prima identità era quella di un ragazzo normale di Dublino, che amava andare in giro con i suoi amici. 
Poi creò una seconda identità, che era quella del musicista. S'innamorò della musica,  prese un impegno con questa professione, e racconta ancora adesso di quanto si sentisse fortunato ad avere trovato qualcosa che amava tanto.
Poi arrivo l'identità numero 3, quella della rockstar. Gli piaceva molto essere una rockstar: la vita, i fans, l'accesso a persone importanti. Continuava a essere un ragazzo normale, con una moglie e quattro figli, ma quando era in pubblico la sua identità era chiaramente quella di una rockstar, e senza arroganza è sufficientemente intelligente da riconoscere che questa è una parte importante della sua identità.
A un certo punto della sua vita poi Bono decise di costruire un' ulteriore identità, quella di difensore delle cause sociali. Andò in Africa durante la grande carestia degli anni 80, incontrò uomini politici per ottenere la riduzione del debito africano, e per realizzare progetti che alleviassero la sofferenza umana.

Molti di noi trattano la propria identità come un oggetto fisso e immutabile, che non può essere alterato, e non cerchiamo mai di crearne una nuova.
Uno dei maggiori ostacoli al cambiare le nostre vite è la paralisi che noi stessi ci creiamo, con le definizioni limitanti che diamo di noi stessi.

Il mio suggerimento è nuovamente di rivedere le quattro componenti della vostra identità attuale, e di capire se vi piace oppure no.
Se vi piace, identificate modi per costruire una versione ancora migliore 
Se non vi piace, costruitene una che vi corrisponde di più, e fate dei passi concreti per realizzarla.
Dato che immagino che nessuno di voi abbia limitazioni incurabili o immutabili, sono certo che ognuno di voi, come Bono, potrà creare una nuova identità per il futuro, senza sacrificare il passato.

https://www.youtube.com/watch?v=ppgoMXjKriA&feature=youtu.be&utm_source=31.+Thinkers50+Marshall+Goldsmith+Video+Blog+12-02-14&utm_campaign=PA%3A+Identity+%282%29&utm_medium=email