RISORSE GRATUITE‎ > ‎NEWS & TOOLS LETTER‎ > ‎2017‎ > ‎CAMBIARE ABITUDINI‎ > ‎

APPROCCI MENTALI E METODI PRATICI PER RIUSCIRE A CAMBIARE


by Andrew Bryant

Ecco alcuni metodi di autogestione, per tenere fede ai tuoi obiettivi e ottenere quello che desideri. 


1. Cambia la tua narrativa
Abbiamo tutti un dialogo interno, le parole che diciamo a noi stessi. Possono essere cose tipo “ce la puoi fare” oppure “è troppo difficile”. La consapevolezza, supportata dal tenere un diario, ci permette di renderci conto del nostro dialogo interno e di notare degli schemi ricorrenti.
Quello che pensi influenza quello che provi, quello che provi influenza quello che dici e che fai e come lo fai, e questo ha un impatto. Dunque ti serve  una sceneggiatura scritta bene.

2. Scegli il tuo miglior te stesso
Le persone in grado di gestire sè stesse al meglio si rendono conto che dobbiamo “essere” prima di “fare”,  e ancora prima di “avere”. Nella maggior parte dei casi, quando fissiamo un obiettivo ragioniamo in senso contrario: partiamo da quello che vogliamo avere. Invece questo metodo ti chiede di riflettere e di prendere un impegno su chi vuoi essere, in modo tale che quello che farai sarà la conseguenza naturale della tua "decisione fondativa". Per esempio, potresti voler essere più felice, bene. Se scegli di essere grato per quello che hai già, immediatamente ti sentirai più felice. Le ricerche e l'esperienza provano che questo è vero: le persone che sono più grate e trascrivono i motivi di gratitudine sul loro diario, sono più felici, e tendono anche ad attirare più opportunità e dunque a moltiplicare le loro possibilità di felicità. Comincia a visualizzare te stesso come una persona fiduciosa, che pensa strategicamente invece che reagire, e concentra la sua passione su una visione nobile di sè.

3. Di NO più spesso
Ci sono due lati di ogni decisione: quando stiamo dicendo si a qualcosa, stiamo contemporaneamente dicendo no a qualcos'altro.
E ci sono due modi di prendere le decisioni : dire si a quello che vogliamo, oppure dire no a quello che non vogliamo.
Dire SI implica utilizzare una narrativa positiva e focalizzarci su un’ immagine futura di noi stessi.

Dire NO è anche molto utile, nel momento in cui rifiutiamo le cose che ci possono far deragliare rispetto ai nostri obiettivi. E quando parlo di dire NO, non intendo un no sottovoce ed educato, ma faccio riferimento ad un no assoluto, un rifiuto fisico senza compromessi, definitivo. Parlo di un no convinto e disgustato verso tutto ciò che può mettersi in mezzo tra te e la realizzazione del tuo obiettivo.

Tra le cose che devi bloccare fuori dalla porta ci sono:
-le opinioni degli altri rispetto a chi dovresti essere
-i tuoi pensieri negativi su te stesso
-le abitudini che non sono allineate con il tuo sè desiderato
-il bisogno di approvazione da parte degli altri per sentirti bene 
-lo svalorizzare te stesso di fronte agli altri
-l'essere indeciso 
-il procrastinare

Fai una lista di tutte le cose a cui vuoi dire decisamente NO e ritirati in un posto tranquillo dove puoi fare molto rumore senza disturbare nessuno. Appendi quella lista al muro e comincia a gridare NO, NO, NO a ciascuno degli elementi sulla lista. Non vuoi mai più vedere nessuno di loro nella tua vita. Questo esercizio è in grado di sviluppare in te il potere che dire NO, ed è anche in grado di permetterti di superare anni di condizionamenti e di tabù. Non ti sto suggerendo di gridare no la prossima volta che il tuo capo ti chiede di fare qualcosa, ma ti sto dicendo che la capacità di dire no va a braccetto con il potere di influenza, e con il potere di ottenere quello che veramente si vuole.

4. Fai una danza della gioia
L'affermazione e la celebrazione sono essenziali per rinforzare la leadership di sè stessi e assicurarsi il successo nella vita e nella carriera. Non è utile focalizzarci solo sulla distanza che ci separa rispetto al nostro obiettivo. Dobbiamo notare quello che abbiamo già realizzato! Ogni volta che realizzi qualcosa a cui ti eri dedicato, annotalo sul tuo diario, festeggia in una maniera anche semplice, dillo a qualcuno, celebra! Il modo in cui celebri non è importante: può essere ogni volta una cosa diversa, anche piccola e che non costa nulla. Puoi anche fare una piccola danza della gioia, o dare a te stesso un premio.
La chiave è prendere coscienza delle tappe del tuo viaggio e rinforzare le abitudini positive

5. Crea i successi
I nostri cervelli sono sempre molto impegnati, e noi possiamo aiutarli a sintonizzarsi sul successo senza sforzo, in modo che il successo appare più semplice. 
Se vuoi fare esercizio la mattina prepara le tue cose da ginnastica vicino al letto, in modo tale che quando la sveglia suonerà,  non dovrai cercare la roba: dovrai semplicemente vestirti e andare.
Se devi fare una telefonata a un cliente, preparati la lista delle cose che gli devi dire la sera prima, così la prima cosa che farai il giorno dopo sarà telefonargli avendo le idee chiare.

Preparati un video motivazionale o una canzone o il brano di un libro da leggere prima di entrare in un meeting importante o prima di fare una presentazione.

Raccogli citazioni che ti ispirano e appiccicale nello spazio in cui lavori.

Prendi l'abitudine di fare dei respiri profondi prima di  incontrare chiunque: questo ti renderà più centrato e ti permetterà di concentrarti sulla relazione.

Infine, una piccola cosa: assicurati che il tuo vestito preferito sia sempre pronto. Indossare gli abiti che ami ti permette di sentirti  a tuo agio e apparire al meglio.