Gestire lo Stress sul Lavoro

Centinaia di manuali di time management scritti nel mondo, e il problema è lontano dall'essere risolto. Perchè? Perchè non sono le tecniche, gli  schemi o le apps che fanno cambiare l'approccio individuale alla gestione di complessità, responsabilità, tempo e di conseguenza stress. E' la consapevolezza dell'immagine che vogliamo lasciare di noi e dei valori che vogliamo guidino le nostre scelte; il superamento di convinzioni limitanti che ci trasciniamo dietro e ci rallentano; il lavoro quotidiano di essere "nel corpo", consapevoli di quello che ci accade nel momento in cui accade.
Lo stress è un tema cruciale nelle aziende e nella quotidianità di ognuno.
Affrontiamolo insieme!

http://eepurl.com/cs2bk9   


Siamo stati educati a dire SI dovunque possibile. Eppure NO NON È UNA PAROLA VOLGARE. Spesso è il solo modo di salvarci dall’essere travolti. Ecco i modi per farlo con grazia secondo il Coach Laura Stack
1)LIVELLO 1: RISPOSTA SEMPLICE E DIRETTA
- Purtroppo non riesco a far posto a questo progetto ora; chiederò chi ti può dare aiuto
- Non voglio prendermi carico di cose che non posso fare al meglio
- Non sono a mio agio con questa deadline in questo momento
- Quanto chiedi è importante, e per me ora è importante anche
un altro progetto
2) LIVELLO 2: NEGOZIARE
- Quanto chiedi è importante ed ecco come ottenerlo
- Negoziate una deadline (chiedere per quando serve)
- Chiedere di priorizzare rispetto ad altri compiti
- Riducete la qualità (spesso abbastanza buono è buono abbastanza)
- Guardate i compiti sul tavolo e chiedetevi: se smetto di far questo qualcuno lo noterà ?
(Laura Stack)


************************************************************************************


Regola n° 1 per gestire lo Stress: pratica la Mindfulness, ovvero sii consapevoli di quello che ti capita nel momento in cui ti capita. Presta attenzione al tuo "stato": le sensazioni del corpo, le emozioni che provi, i pensieri e bisogni che stanno dietro alle emozioni. Il corpo è la base dell'equilibrio. Stare nel corpo ci radica e ci centra. E per stare nel corpo serve RESPIRARE ED ESSERE CONSAPEVOLI DEL RESPIRO. Forse non lo sapete ma far questo è meditazione, nè più nè meno. Meditare significa prestare attenzione al respiro che entra nelle nostre narici e mandarlo in giro a sciogliere le tensioni corporee, i dolori, i fastidi, per almeno 1 minuto. Per 2 minuti meglio. Stop. Dopo aver fatto questo ci sentiamo ricaricati, riossigenati e in grado di affrontare le situazioni faticose con più lucidità e forza.


************************************************************************************


Essere sotto stress sul lavoro deriva dal fatto che qualcun altro governa la nostra agenda, qualcun altro decide cosa è importante. Se ci vediamo come una società per azioni, è come dire che abbiamo ceduto le nostre azioni ad altri, fino al punto che non abbiamo più la maggioranza della nostra società  qualcun altro vota al nostro posto. A chi abbiamo ceduto i diritti di voto?  li rivogliamo indietro? possiamo sempre trovare il modo per riprenderceli. Basta un pò di coraggio e la visione chiara di chi vogliamo essere, in nome di cosa, e per chi. 


Le 7 regole di Dan Ariely, economista comportamentale alla Duke University sull'efficienza. Pratiche, teoricamente semplici, anche intuitive. Ma quante volte le violiamo, senza neanche rendercene conto? E soprattutto, cosa facciamo per condividerle con gli altri, renderle note a quelli con cui lavoriamo, e difenderle quando qualcuno o qualcosa le minaccia?
Bandire le distrazioni. Scrivere le cose da fare. Fare le cose importanti quando siamo al massimo di energia non a fine giornata. Mettere in agenda il tempo per lavorare per noi. Non guardare le email tutto il tempo, ma dedicare uno spazio nella giornata in cui leggerle e processarle, senza lasciarle perennemente nell'inbox. Fare una sola cosa alla volta: basta multitasking, danneggia il cervello e produce risultati spesso scadenti. Affronta i progetti grossi e complessi un pochino tutti i giorni, non fare tutto il giorno prima, se non vuoi far esplodere lo stress.


************************************************************************************



Secondo Tim Gallwey, e la sua teoria dell Inner Game of Stress, gli antidoti semplici e già a nostra disposizione contro lo stress sono le nostre radici. Le radici sono le cose che ci danno stabilità. Sono risorse preziosissime per garantirci equilibrio e resilienza. Dobbiamo conoscerle, ricordarcele sempre, e viverle quotidianamente. Tra le radici ci sono sicuramente dei valori. Ebbene, quanto viviamo ogni giorno secondo quei valori? cosa possiamo fare di concreto e quotidiano per viverli di più? e cosa vogliamo smettere di fare ? cosa vogliamo cambiare nei nostri comportamenti?


************************************************************************************

Come gestire lo stress e la complessità di avere mille impegni nella nostra agenda? Prima di tutto...siamo proprio sicuri che l'agenda sia la nostra? Forse ne abbiamo ceduto la ownership a qualcun altro....come fare a riprendercela? Il primo passo per riuscirci è chiedersi: " Per me cosa è davvero importante?". La domanda è corta e prevede una risposta lunga, articolata e complessa, ma nel momento in cui ce la facciamo, molte cose cominciano ad andare a posto. Cominceremo a mettere in agenda le cose che servono gli scopi importanti per noi. E delegheremo o ignoreremo le altre. 
Quanto costruiamo le nostre agende su questo pilastro?